Skip to main content
Condividi:

I TEMPI DI ATTESA

DELL’ASSISTENZA SANITARIA NAZIONALE

Due gli aspetti principali da analizzare: il primo è che siamo una nazione pigra e il secondo che siamo davanti ad un Sistema Sanitario Nazionale che fa acqua da più parti.

Sul primo fattore occorre lavorare in termini di cultura alimentare e stili di vita.
Tante sono le malattie che possono essere evitate attraverso un corretto stile alimentare coniugato ad una sana attività fisica quotidiana.

LE LUNGHE ATTESE SPINGONO SEMPRE DI PIÙ AL RICORSO ALLA SANITÀ PRIVATA

Sull’assistenza sanitaria, l’Italia è la dodicesima nazione europea in quanto a spesa. Non una buona postazione che unita ai tanti fatti di cronaca che raccontano di mala sanità non fa dormire sonni tranquilli.

Anzi, i tempi di attesa dell’assistenza sanitaria nazionale rientrano tra le maggiori preoccupazioni degli italiani.

Attese diventate bibliche. Spesso occorre ricorrere ad accertamenti e visite mediche private con un pesante costo economico. Il 28,9% degli italiani ritiene che l’onere finanziario delle cure sia troppo alto.

Sette italiani su dieci vi si rivolgono con una spesa sanitaria pro-capite che si è attestata a 700 euro nel 2018. Ma altri rinunciano, e non sono pochi: ben 3 milioni e 657 mila secondo le ultime stime. Un numero che sale a 4 milioni e 125 mila in riferimento alle cure dentistiche.
Accanto a loro, gli oltre 2 milioni che hanno rinunciato ad acquistare farmaci.

E sulla prevenzione? Cosa si fa? Poco.
Tornando al primo fattore del panorama sanitario, ovvero quello che l’Italia sia una nazione pigra, gli ultimi dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità non sono confortanti. L’Italia risulta essere tra le 20 nazioni più pigre, a danno soprattutto dei bambini che con il 38,7% in Sicilia è a rischio obesità.
Il flop del SSN si registra infine in tutti quegli esami riguardanti la prevenzione con liste d’attesa improponibili.

Basti pensare che solo sei donne su dieci si sottopongono alla mammografia.
Il cambiamento passa da anche da noi.

Potrebbe interessarti anche: Ti senti al sicuro a casa tua?

Sull’assistenza sanitaria, l’Italia è la dodicesima nazione europea

Sull’assistenza sanitaria, l’Italia è la dodicesima nazione europea in quanto a spesa. Non una buona postazione che unita ai tanti fatti di cronaca che raccontano di mala sanità non fa dormire sonni tranquilli.
Anzi, i tempi di attesa dell’assistenza sanitaria nazionale rientrano tra le maggiori preoccupazioni degli italiani.
Attese diventate bibliche. Spesso occorre ricorrere ad accertamenti e visite mediche private con un pesante costo economico. Il 28,9% degli italiani ritiene che l’onere finanziario delle cure sia troppo alto.

 

Sette italiani su dieci vi si rivolgono con una spesa sanitaria pro-capite che si è attestata a 700 euro nel 2018. Ma altri rinunciano, e non sono pochi: ben 3 milioni e 657 mila secondo le ultime stime. Un numero che sale a 4 milioni e 125 mila in riferimento alle cure dentistiche.
Accanto a loro, gli oltre 2 milioni che hanno rinunciato ad acquistare farmaci.

 

E sulla prevenzione? Cosa si fa? Poco.
Tornando al primo fattore del panorama sanitario, ovvero quello che l’Italia sia una nazione pigra, gli ultimi dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità non sono confortanti. L’Italia risulta essere tra le 20 nazioni più pigre, a danno soprattutto dei bambini che con il 38,7% in Sicilia è a rischio obesità.
Il flop del SSN si registra infine in tutti quegli esami riguardanti la prevenzione con liste d’attesa improponibili.

Basti pensare che solo sei donne su dieci si sottopongono alla mammografia.
Il cambiamento passa da anche da noi.

RICHIEDI UNA CONSULENZA.
ABBIAMO LA SOLUZIONE GIUSTA PER TE!

    Vi contatto per:


    POST COLLEGATI

    TUTELA E PATRIMONIO
    27 Settembre 2023

    Calamità naturali: in Italia elevata esposizione ma scarsa tutela

    È allarmante la crescita degli eventi meteorologici estremi. Nell’ultimo decennio gli eventi meteorologici estremi in Italia, tra cui piogge intense, grandine e trombe d’aria, sono più che quadruplicati, passando da 348 eventi nel 2011 a 1.602 nel 2021. In totale, tra il 2013 e il…
    TUTELA E PATRIMONIO
    4 Giugno 2023

    6 Consigli per una casa a Prova di Ladro

    Le vacanze estive sono il momento ideale per liberarsi dallo stress accumulato, staccare dal lavoro e fare una pausa dalla frenesia della vita cittadina. È un periodo in cui si desidera un relax completo senza preoccupazioni. Che tu stia progettando…
    UN PERCORSO APERTO AL FUTUROPROGETTI E FUTUROIN EVIDENZA
    14 Aprile 2023

    Benessere della pelle: l’importanza della prevenzione

    Il benessere della pelle è un aspetto fondamentale della salute e della bellezza. Prendersi cura della pelle e prevenire i danni causati da fattori esterni, come il sole e l'inquinamento, è essenziale per mantenere una pelle sana, luminosa e giovane.
    PROGETTI E FUTUROIN EVIDENZA
    30 Marzo 2023

    Per le future mamme: tutto quello che c’è da sapere

    La gravidanza è un momento in cui i futuri genitori vengono bombardati da un'enorme quantità di informazioni: si trovano consigli da molte fonti, tra cui libri, riviste, siti web, forum ed esperti di ogni tipo. Questa sovrabbondanza di informazioni può…
    PROGETTI E FUTUROIN EVIDENZA
    2 Marzo 2023

    Prevenzione e benessere: un approccio olistico al concetto di salute

    Il concetto di salute si è evoluto sostando il suo focus sempre più sulla prevenzione, prima ancora che sulla cura della malattia. Siamo in grado di sapere quali sono i comportamenti da porre in essere per riuscire ad anticipare eventuali…
    PROGETTI E FUTUROIN EVIDENZA
    23 Febbraio 2023

    Longevità e invecchiamento: i consigli per mantenersi giovani a ogni età

    Nonostante sull’età cronologica non possiamo fare nulla, la buona notizia è che possiamo riuscire a migliorare la nostra età biologica. Attraverso sane abitudini e comportamenti corretti possiamo mantenerci giovani il più a lungo possibile nelle varie fasi della vita.